Home CULTURE Black Friday, perchè non ci piace !

Black Friday, perchè non ci piace !

641
0
SHARE

Il Black Friday, è una usanza che è conosciuta soprattutto negli Stati Uniti. Negli ultimi anni anche in l’Italia, paese che ama acquisire usi e costume dagli States, questo giorno dedicato ai presunti affari è diventato un momento d’isteria collettiva. Anche quest’anno è ormai più di un mese che non si parla d’altro. Noi non siamo d’accordo al dilagare delle usanze che affondano le proprie radici in posti lontani dalla nostra cultura. Questo è il primo punto ma non il solo.

In America se un commerciante di un prodotto, per esempio una maglietta, non ha tutte le taglie e colori automaticamente la mette in saldi il classico SALE. In Italia invece si svendono solo i prodotti provenienti da fondi di magazzino, ossia articoli invenduti magari vecchi di anni. Questo è il secondo punto ma non l’ultimo. Spesso quando vediamo qualcosa che viene venduto in saldi a un prezzo apparentemente sotto al suo valore commerciale siamo portati ad acquistarlo. Quindi i consumatori rischiano, grazie all’illusione di fare l’affare, a comprare prodotti di cui poi in realtà non se ne faranno niente. Questo è un altro motivo che ci porta a non amare questa pratica commerciale. Per concludere, anche se le cose da dire sarebbero ancora tante. Non ci fa piacere che grossa parte degli affari in questo lungo giorno che arriva anche a una settimana (black week) viene fatta online su i siti dei giganti dell’e-commerce, che per i loro ricavi non pagano le tasse in Italia, a differenza dei tanti imprenditori italiani onesti che vengono dissanguati dal FISCO. Il nostro consiglio è quindi di usare i vostri risparmi per visitare musei e luoghi d’arte e perché no, dopo di andare a cena con vostra moglie o con la vostra fidanzata.