Home MILAZZO24 LIVE Milazzo (ME) – L’Assessore Salvo Presti aderisce ad “Italia Viva”

Milazzo (ME) – L’Assessore Salvo Presti aderisce ad “Italia Viva”

73
0
SHARE

L’Assessore ai Beni Culturali Salvo Presti ha comunicato la sua decisione di aderire ad “Italia Viva”. “In linea di continuità con l’impegno politico nell’area renziana all’interno del PD e dopo un’opportuna riflessione – afferma l’esponente della giunta Formica – durante lo svolgimento di una storica decima edizione della Leopolda ho ritrovato apertura e approfondimento autentico verso i temi determinanti per il futuro del nostro paese, sempre più offuscato da rigurgiti di ideologie violente, da pericolosi sovranismi e populismi. Mi riferisco al cammino verso una moderna democrazia liberale, all’urgenza di politiche riformiste e europeiste, alla fondante cura verso i deboli e gli ultimi, alla centralità della cultura, della ricerca, dell’istruzione, delle competenze. Vivo questo passaggio – conclude Presti – non come separazione o allontanamento dai compagni di viaggio del Pd in questi anni difficili, ma come declinazione di una prospettiva più in sintonia con la mia sensibilità politica. Coltivo la speranza che l’evoluzione di questa naturale prossimità di visioni e sentimenti possa aprire possibilità di cammino, ancora insieme, verso obiettivi condivisi”. Giovedì 24 Ottobre alle 18 a Palazzo d’Amico, il sindaco Giovanni Formica e l’Assessore alle Politiche Giovanili Pierpaolo Ruello, in occasione della campagna regionale “Si resti, arrinesci”, che sarà celebrata il giorno successivo a Palermo, incontreranno i giovani milazzesi per parlare del fenomeno sempre più crescente del trasferimento dalla Sicilia delle nuove generazioni verso altre località al fine di individuare un posto di lavoro. La riunione sarà occasione anche per ascoltare le testimonianze di giovani imprenditori che hanno invece scelto di restare in Sicilia e impegnare qui il proprio futuro lavorativo, ma anche di conoscere i risultati e gli obiettivi raggiunti col sostegno della misura di finanziamento “Resto al Sud”. “Una prima occasione di riflessione su un tema attuale ­ – ha affermato Ruello – con la volontà di affrontarlo da prospettive diverse e aperto alla partecipazione della cittadinanza, degli studenti e del mondo associazionistico”.

Foti Rodrigo