Home SPORT24 Linguaglossa (CT) – Al 2° Slalom Quota 1000 vittoria di Schillace su...

Linguaglossa (CT) – Al 2° Slalom Quota 1000 vittoria di Schillace su Radical

162
0
SHARE

Le sfide del 2° Slalom Quota 1000 hanno rispettato il pronostico della vigilia e si sono rivelate tutte di alto livello, come prestigiosi erano i nomi dei protagonisti annunciati alla gara organizzata da «Passione & Sport» in partnership col Comune di Linguaglossa, quarto round del Campionato Siciliano, svoltosi in una giornata dal meteo poco clemente, che ha premiato le migliori strategie. La competizione è partita con puntualità alle 9, quando il direttore di gara Michele Vecchio e l’aggiunto Graziano Basile hanno dato il via al primo concorrente in gara. Ad alzare il tricolore per i 46 piloti partititi il primo cittadino di Linguaglossa Salvatore Puglisi. Vittoria per Emanuele Schillace, giovane driver messinese, che al volante della Radical SR4 con motore Suzuki ha aggiustato il tiro dopo la prima manche ed ha sbaragliato tutti imponendosi nelle altre due salite sui 2,760 km della Strada Regionale Mareneve, intervallati da 11 postazioni di rallentamento. Schillace ha ottenuto la miglior prestazione nella 3^ manche in 2’11”28. Con la vittoria catanese il portacolori T.M. Racing ha rinsaldato la leadership nel Campionato Siciliano portando a 4 i successi stagionali, dopo quelli di Salice, Bonagia e Partanna e la conclusione, come primo dei siciliani a ridosso del podio a Torregrotta. Schillace è stato decisivo per il successo della T.M. Racing nella classifica Scuderie, con Puglisi al 3° posto, un primato etneo, che permette al sodalizio messinese d’allungare in vetta alla classifica del “Siciliano”. Seconda piazza per Angelo Guzzetta su Peugeot 106 1.6 16V di gruppo E1. Il pilota etneo, alfiere della Project Team, ha disputato soltanto la 2^ e 3^ manche per un inconveniente al tergicristallo, che gli ha impedito di prendere il via nella 1^. L’esperto preparatore di assetti sulla piccola vettura francese, curata dalla Ferrara Motors, ha effettuato delle modifiche, che hanno reso subito concreto l’attacco alla vetta di categoria e del podio di gara con un gap di 6”31 dalla vetta. Terza piazza per il messinese Michele Puglisi sulla versione Prosport della Radical, un decisivo 2’21”01 nella seconda manche, dopo aver preso una penalità per un birillo nella prima, ha permesso al peloritano di salire al fotofinish sul podio precedendo soltanto di 56 centesimi di secondo Michele Poma sulla piccola ed agile monoposto Ghipard con motore Suzuki da 1000 cc., il trapanese della Armanno Corse ha tentato invano la rimonta nell’ultimo e difficile passaggio di gara. “Una bella gara ed un ottimo tracciato con eccellente asfalto, anche se il meteo e la pioggia hanno reso tutto più impegnativo. – ha dichiarato SchillaceAbbiamo lavorato sulla macchina soprattutto dopo la prima manche, dove l’assetto non era del tutto da bagnato. Ancora un successo di squadra, che condivido con papà Franco, impeccabile preparatore della macchina, e tutto il nostro team”. “Una bella gara con ottima organizzazione, peccato per il meteo che ha reso tutto più difficile. – sono state le parole di GuzzettaAbbiamo lavorato bene e le regolazioni hanno funzionato al meglio, seconda gara e secondo successo con secondo assoluto è un’ottima gratificazione”. “Una bella gara che ci ha dato delle belle soddisfazioni, come prestazione personale e come scuderia T.M. racing. – sono state le parole di Puglisi – Il meteo ci ha un po’ limitato e soprattutto sotto la pioggia non eravamo equipaggiati al meglio come gomme, però il risultato è arrivato”. Il meteo non è stato clemente, ma non ha scalfito lo spettacolo delle sfide per i punti della serie promossa dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

Top ten 2 Slalom Quota 1000: 1 Schillace (Radical SR4) in 2’11”28; 2 Guzzetta (Peueot 106) 2’17”65; 3 Puglisi (Radical) 2’21”01; 4 Poma 2’20”57; 5 Miano (Reynard) 2’30”26; 6 Giorgianni (Peugeot 106) 2’32”35; 7 Truscello (Peugeot 106) a 2’32”38; 8 Radici (Reanault Clio) 2’32”80; 9 Vasta (Fiat Cinquecento) 2’35”81; 10 Leotta (A 112) 2’36”47.

Foti Rodrigo