Home EVOLUTION PEOPLE Incidenti A18: Cittadinanza attiva, autostrade siciliane non sicure da declassare

Incidenti A18: Cittadinanza attiva, autostrade siciliane non sicure da declassare

53
0
SHARE

CittadinanzAttiva si associa all’unanime cordoglio rivolto ai familiari delle vittime dell’A18. L’incidente di ieri è da inserirsi in un inarrestabile e penoso evolversi di eventi luttuosi, che ormai hanno trascinato l’unico tratto autostradale a pagamento del Sud Europa. La città metropolitana di Messina la più turistica del Sud Italia, è quella più penalizzata, i vertici del Cas in questi anni hanno contribuito ad aggravare la situazione, ancora oggi non si capisce se la presidente dimissionaria è andata via oppure è ancora li, per fare cosa?

A prescindere dalle indagini in corso per stabilire i fatti, CittadinanzAttiva Sicilia chiede al Governo regionale ed al Prefetto di Messina, visto il palese fallimento tecnico-amministrativo del Cas, di assumere immediate, coraggiose iniziative, come il declassamento delle due tratte Autostradali, in attesa di renderle sicure.

CittadinanzAttiva Sicilia, ricorda infine, che in occasione del suo ultimo congresso regionale, ha auspicato che: “Il CAS deve essere chiuso e le tratte consegnate all’ANAS, perché la Regione Sicilia con la sua creazione, ha tradito lo Statuto Speciale. Ponendo a carico di noi contribuenti siciliani l’enorme onere finanziario utilizzato, per realizzare e gestire direttamente grandi opere pubbliche, come le autostrade, nonostante lo Statuto le ponesse a carico dello Stato”.