Home ENTERTAINMENT I-Doser, la nuova droga che ‘fa bene alla salute’

I-Doser, la nuova droga che ‘fa bene alla salute’

367
0
SHARE
Couple listening to music on headphones

Si chiama I-Doser, la nuova “droga virtuale” che per funzionare non ha bisogno di essere fumata o ingerita, ma bastano soltanto un paio di cuffie e un mp3 … e via con l’ascolto!

Del fenomeno, made in USA ed in poco tempo largamente diffuso anche in Europa, ce ne parla il dottor Vincenzo Tullo, neurologo e responsabile dell’Ambulatorio sulle cefalee di Humanitas LAB di Milano: “Al momento attuale non è stata data una prova scientifica degli effetti da dipendenza sul cervello – ha spiegato -. Tuttavia esistono alcuni settori per i quali i toni binaurali potrebbero essere utili, senza ancora prove sperimentali definitive, sui disturbi psicologici, potenziamento della memoria e cura per il tabagismo e alcolismo”.

Eh sì, perché l’effetto arriva dalla “binaurale dei suoni” (‘binaural beats’) che stimola il cervello su frequenze bassissime, tra i 3 e i 30 Hertz, innescando le più diverse reazioni e sollecitando l’attività cerebrale in maniera anomala. I suoni particolari emessi dai file, prima gratuiti e poi a pagamento, offrono infatti effetti psichedelici pari a quelli delle droghe. “Effetti stupefacenti” che impazzano tra community online, blog e forum, ormai battezzati luoghi di spaccio della cyber-droga, che ora è finita anche sotto la lente degli esperti del Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Catanzaro che avvertono sulle insidie poteziali, ancora tutte da accertare. Difatti si tratta di suoni a bassissima frequenza che non vengono somministrati tali e quali, ma sono il risultato della complessa tecnica dei ‘battiti binaurali’, che riesce a produrre una frequenza così bassa da due frequenze udibili, ma che posseggono una minima differenza”.

La domanda é: quali conseguenze per il nostro cervello?

Si tratta di una ricerca che merita ancora degli approfondimenti e sulle conseguenze sul nostro sistema nervoso esiste, ad oggi, una discreta letteratura scientifica internazionale che prova come queste onde abbiano un effetto sugli esseri umani. Non vi é dubbio che ci siano … ma di sicuro la MUSICA non può che far bene a corpo ed anima!