Home MEGAMOND SPACE Stromboli, preoccupante aumento dell’attività del vulcano

Stromboli, preoccupante aumento dell’attività del vulcano

201
0
SHARE

Continua ad essere monitorata , con attenzione,  l’attività eruttiva del vulcano Stromboli. Qualche ora fa un elicottero AW139 del secondo Nucleo Aereo della Guardia Costiera di Catania è decollato dall’aeroporto civile di Catania-Fontanarossa. Lo scopo del velivolo è quello di monitorare e registrare l’attività del vulcano Stromboli. La Protezione civile e l’Ingv continuano a controllare la situazione. Una motovedetta della guardia costiera fa la spola con Lipari per tenere sotto osservazione anche la sciara del fuoco.

E’ aumentata, infatti, da qualche giorno, l’attività vulcanica dello Stromboli: diverse bocche nell’area del vertice sono attive contemporaneamente, in particolare il gruppo di prese d’aria Nord/Orientale in cui cresce un nuovo cono di cenere con “getti” di lava continui, oltre a grandi esplosioni stromboliane con abbondante emissione di materiale vulcanico presumibilmente fino a oltre 200 metri di altezza.Nei giorni scorsi era stato innalzato il livello di allerta allo stato di “pre-allarme”. Nella notte dell’Epifania, alle ore 03:54, una scossa di terremoto di magnitudo 3.6 ha interessato proprio il basso Tirreno tra lo Stromboli e la Calabria. Nonostante l’elevata profondità della scossa, che ha avuto un ipocentro di ben 98.6km, la popolazione di Tropea e Ricadi (Vibo Valentia) ha avvertito un forte boato e poi il suolo muoversi.