Home MILAZZO24 NOSTOP Milazzo (ME) – Un “Museo del mare” all’interno del Castello di Milazzo

Milazzo (ME) – Un “Museo del mare” all’interno del Castello di Milazzo

35
0
SHARE

La Giunta municipale ha approvato lo schema di accordo e collaborazione per la realizzazione nel Bastione di Santa Maria, all’interno del Castello di Milazzo, di un centro culturale, turistico ed espositivo da parte dell’associazione “Dugongo team”. Denominato “Museo del Mare” tale spazio andrà ad ospitare materiale scientifico, didattico ed illustrativo relativo alla natura, alle tradizioni e alla cultura del territorio milazzese (pannelli didattici, stampe fotografiche, conchiglie, ecc.) e sarà fruibile gratuitamente dai visitatori del complesso monumentale, al fine di valorizzare il bene in concessione, in ossequio anche agli obiettivi del protocollo che il Comune ha sottoscritto con la Soprintendenza di Messina. Il Sindaco Giovanni Formica e il presidente dell’associazione Dugongo team Carmelo Isgrò hanno sottoscritto l’accordo di collaborazione, che avrà la durata di cinque anni e contiene gli impegni che l’associazione dovrà rispettare. Tra questi la manutenzione ordinaria e la pulizia dei locali, mentre a carico del Comune resterà quella straordinaria. La Dugongo dovrà inoltre gestire l’occupazione delle varie collezioni naturalistiche e artistiche e proporre il centro come luogo ove svolgere attività culturali (mostre, conferenze, incontri) di concerto con l’Assessorato ai Beni culturali. Allestirà inoltre a propria cura e spese, mettendolo a disposizione del Comune, una sala conferenze all’interno della sala centrale del Bastione di Santa Maria per l’organizzazione di eventi. “Abbiamo accolto con interesse la proposta di questa associazione che è in linea con gli intendimenti dell’Amministrazione – ha detto Giovanni Formica – e quindi siamo stati ben lieti di avviare questa collaborazione che, sono certo, rappresenterà una occasione di incremento delle visite alla città fortificata. Questa diversificazione e potenziamento dell’offerta culturale attrarrà sicuramente un sempre maggior numero di turisti e scolaresche”.

Foti Rodrigo