Home BABILONIA  Salvini : “sessanta milioni di italiani sono con me!” Forse

 Salvini : “sessanta milioni di italiani sono con me!” Forse

96
0
SHARE

Forse non sa che 60 milioni è esattamente la popolazione italiana e a quanto mi risulta il suo partito ottenuto 17% che non è proprio corrispondente a 60 milioni di italiani.
Perciò o non conosce la matematica o non è a conoscenza a quanto ammonti la popolazione italiana, oppure terza ipotesi è convinto che siamo già in dittatura e quindi vuole rappresentare anche quelli che non lo hanno votato e si oppongono ai suoi metodi politici…
I due Viceministri del Consiglio Salvini e Di Maio, pare non abbiano compreso che la funzione che ricoprono consiste nel trovare soluzioni che vadano a risolvere i problemi dei cittadini,nona creare complicazioni e ulteriori difficoltà .
Ambedue, stanno affrontando due tra le più difficili questioni tra le tante problematiche del Paese.
Salvini è alle prese con il “dossier migranti” e al momento, a parte bloccare le navi delle Ong,per “fermare” gli immigrati non ha saputo fare.
Nessuna soluzione è giunta dal suo Ministero e ora, la situazione si sta involvendo sempre di più, finché scoppierà tra le sue mani e danneggerà il nostro Paese.
Dall’Europa ha ottenuto sinora solo dichiarazioni di solidarietà da parte della Merkel, e scontri diplomatici con Malta,Libia e Francia, ma nessun risultato concreto, inoltre, la sua “alleanza” proprio con quei paesi che hanno politiche che vanno contro il nostro Paese quelle di Visegrad e’ inadeguata e inefficace e ci isola…
Circa Di Maio, egli ha affrontato due questioni la prima quella dei Riders, per cui aveva previ visto quasi una loro trasformazione della loro figura professionale, come dipendenti veri e propri, falsandone, perciò, la funzione e l’efficacia, aumentando molto il costo del lavoro, un fallimento,che è stato stoppato dalle ditte che utilizzano questo servizio e non ha risolto il problema, anzi!
Il secondo problema che sta affrontando e’ quello dell’Ilva che il Ministro precedente Calenda, stava affrontando con serietà, competenza ed efficacia.

Pare che anche in questa situazione il Ministro Di Maio non sia all’altezza della situazione e si stia “incartando”senza prospettive, vanificando quanto già fatto precedentemente!
Questo è il risultato dell’incompetenza e dell’arroganza di chi, quando era all’opposizione e durante la campagna elettorale aveva ogni soluzione “in tasca “e non sapeva far altro che criticare, anziché, appoggiare le scelte di chi stava faticosamente cercando soluzioni..

Tiziana Saccone