SHARE

 

La Giovine Saponara, che come mission ha la promozione delle risorse umane e imprenditoriali del territorio Saponarese e dei comuni limitrofi, ancora una volta non si è smentita, regalandoci tre ore di piacevolissimo sapere in un’atmosfera elegante e sobria e, nel contempo, allegra ed esuberante.

E’ quanto accaduto sabato mattina nell’Aula Consiliare del Comune di Saponara, dove Scienza e Letteratura si sono abbracciate in un valzer di conoscenza e poesia, conclusosi nella degustazione di specialità tipiche locali e nella scoperta di ben 98 specie fungine, esposte e catalogate dal Dott. Nicola Amalfi, noto Micologo dell’ASP di Messina.

Sul palco la Nutrizionista, Dott.ssa Cettina Sframeli, che, nell’illustrare le qualità benefiche dei cibi esposti, ha richiamato l’attenzione sull’importanza del consumo di prodotti a Km 0. La grande distribuzione, infatti, persegue, come è noto, l’obiettivo di raggiungere il massimo guadagno al minor costo e non possiamo meravigliarci se miele, pane, pasta, latticini e altri prodotti industriali hanno sapori meno ricchi e sono meno nutrienti (se non, a volte, mero cibo – spazzatura) dei prodotti locali! Comprare locale significa risparmiare mangiando meglio e più salutare e aiutare l’economia del proprio paese, con un’importante ricaduta occupazionale per la riscoperta di antichi mestieri.

Ospiti d’onore la deliziosa Prof.ssa Teresa Rizzo, Presidente e Rettore dell’Accademia “Gli Amici della Sapienza” e il Dr. Mazzeo (entrambi fortemente impegnati, in seno all’Accademia, nell’organizzazione degli eventi culturali), Aristide Casucci (Poeta e scrittore), Matteo Milicia (Poeta e attore teatrale) e i musicisti Mimmo Ambriano e Josè Ortega.

Tutto perfetto, dal discorso del Sindaco, Fabio Vinci – che ha premiato La Giovine Saponaraper l’alto profilo sociale e culturale della mostra Sapori e Saperi di Sicilia” -,  al coinvolgimento del pubblico con rime improvvisate dalla platea, domande tematiche e approfondimenti storici, alla bontà dei prodotti offerti.

Tale evento è solo parte di un progetto più vasto di sviluppo socio-culturale della nostra terra che ha come tema la prevenzione. Seguiranno altri eventi sul tema con la collaborazione della Protezione Civile, della Polizia Municipale e di Specialisti Medici.

“Eppur si muove!” viene da gridare con entusiasmo, gustando i primi segni di rinascita di un paese!