Home MAGAZINE Il successo di mago Letterius: tra conoscenza e volontà

Il successo di mago Letterius: tra conoscenza e volontà

527
0
SHARE

Intervistatrice Girolama Gaziano

Oggi passeggiando tra le vie di Roma incontro nuovamente il Mago Letterio. Dopo una breve amichevole chiacchierata come due comuni amici. Mi sorge spontanea la curiosità di chiedere:

Mago Letterius lei è fra i maghi più famosi d’Italia, ma quale è il segreto del suo successo?

Mago Letterius: La chiave del mio successo è la volontà. Per me la volontà è una grande forza. Anche se per molti è una forza astratta e non si vede ma questo non significa che non esiste. La volontà come diceva Schopenhauer è la Volontà di Vivere. Se vuoi vivere al mio avviso devi aver volontà.

Infatti cerco di capire la realtà delle cose attraverso la Filosofia Nietzsche, in particolare grazie alla sua famosa frase – bisogna avere il caos dentro per generale una stella cadente -. Con la frasi di questo filosofo voglio dire che per generare un cambiamento alla propria condizione di vita bisogna partire dal caos che ha fatto generare il mutamento delle cose per poi creare una stella cadente cioè creare l’ordine partendo dal disordine. Infatti tramite il mio lavoro ho capito che il segreto per raggiungere un traguardo è la volontà che se posso aggiungere è la volontà di pensiero.

Girolama Gaziano: Mago Letterius qual è la sua volontà?

La mia volontà è la sete di conoscenza. La conoscenza è potere. Il potere inteso come potere di agire davanti i vari casi della vita.  

Al tal proposito deve sapere una cosa noi siamo bersagli della vita.

Ogni giorno ogni uno di noi è attaccato da qualcuno o da qualche evento ma siamo noi a dare una risposta a ciò in base alla nostra volontà.

Soprattutto ritornando alla conoscenza che per me è fondamentale, come affermava Platone nel mito della caverna  ci dobbiamo liberare dalle catene dell’ignoranza per farci assaporare il gusto del sapere. Il sapere non è dato dai libri soltanto ma anche dai rapporti sociali e personali. Capita che una persona ti formi sia nel bene e nel male ma se non avessi conosciuto tale persona non avrei mai distinto il bene o il male. Il bene e il male a mio avviso non si basa soltanto sulla spiegazione del concetto ma sulla propria esperienza.

Io devo molti insegnamenti a una donna che ho tanto amato di Montesilvano.

Ci sono persone che non si dimenticheranno mai poiché ti hanno lasciato una parte del proprio essere.

 

di Girolama Gaziano