SHARE

Presentazione del libro “Gente di Bordo: la vita quotidiana dei marittimi genovesi nel secolo XVIII”

Giovedì 15 febbraio 2018 alle ore 11.30, nella sala Mostre del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, nell’ambito delle attività del Dottorato di Ricerca in Scienze Storiche , Archeologiche e Filologiche, sarà presentato il libro di Luca Lo Basso Gente di Bordo: la vita quotidiana dei marittimi genovesi nel secolo XVIII, Carocci, Roma 2016. Ne discuteranno con l’autore, Salvatore Bottari e Mirella Mafrici. Introdurrà e modererà i lavori Giuseppe Restifo.

Domani l’evento di pre-donazione di sangue in collaborazione con AVIS Messina

“San Valentino. Dona… un gesto d’amore” è il leitmotiv dell’evento di pre-donazione di sangue, aperto a tutti, che si svolgerà mercoledì 14 febbraio negli spazi del Rettorato (dalle ore 8.30 alle  13), e che, stamane,  è stato presentato in Sala Senato, nel corso di una conferenza stampa. 

All’incontro erano presenti il Direttore generale dell’Ateneo, prof. ssa Daniela Rupo , il Presidente dell’AVIS Messina, dott. Francesco Previte ed i rappresentanti delle Associazioni studentesche co-organizzatrici della manifestazione: Francesco Campione (presidente AEGEE Messina) e Vincenzo Ristagno (vicepresidente ESN Messina). Numerose, poi, le Associazioni studentesche aderenti all’iniziativa, tra queste l’associazione Morgana che durante la conferenza stampa è stata rappresentata da Laura Fazzone. L’obiettivo degli studenti, il cui contributo nell’organizzazione dell’evento è stato fondamentale, è quello di stimolare la buona pratica della donazione di sangue e, contestualmente, sensibilizzare ed integrare gli studenti internazionali, attualmente nella nostra città, affinché riescano ad entrare a far parte della rete solidale cittadina e nel tessuto sociale della realtà ospitante.

“L’emergenza sangue – ha spiegato il dott. Previte – è un tema che, purtroppo, affligge tutto il territorio nazionale e in particolare la nostra città. I giovani rappresentano il futuro del mondo e, infatti, la fascia di donatori di età compresa tra i 18 e i 35 anni è cruciale per il mantenimento e l’implementazione del sistema di donazioni di sangue. Si tratta di un gesto di solidarietà umana, dal grande valore civile e morale che consente di cambiare la vita a tutti coloro che ne hanno bisogno. Oggigiorno nel territorio messinese il fabbisogno annuale di sacche di sangue si attesta a quota 12.500. Sulla base della risposta ottenuta, il gap è di circa 8.000 sacche di sangue ogni anno.

“Siamo ben lieti – ha commentato la prof.ssa Rupo – di ospitare questo evento ed offrire i nostri spazi per contribuire alla promozione di questa importante attività a beneficio della collettività. Molti non sanno di poter donare o di essere in grado di farlo. Una maggiore consapevolezza delle condizioni di base, anche attraverso attività divulgative, è molto importante per far conoscere in maniera più strutturata le potenzialità dell’iniziativa, l’impatto della raccolta di sangue sul sistema ed il lavoro svolto dall’AVIS”.